Osteria in Roma Centro

Osteria in Roma Centro
Nell’antichità l’esigenza di dare un nome alle strade per una più facile individuazione, era consuetudine identificarle per la loro caratteristica. In quel periodo intorno alla Basilica di San Pietro si stanziarono diversi artigiani fiorentini (al tempo sicuramente i migliori) che lavoravano per il Vaticano. La presenza dei vari artigiani ha caratterizzato nel tempo il nome delle strade in cui esercitavano la professione, come per esempio Via dei Cestari, Via dei Cappellari e Via dei Sediari. Altre strade che hanno preso il nome per le attività che venivano svolte a suo tempo sono per esempio Via delle Fornaci, per la presenza dei forni per la cottura dei mattoni, Via della Cava Aurelia, per la presenza di cave di argilla e Via del Crocifisso che prese il nome per un grande crocefisso, presente fino a pochi anni fa, all’interno di una piccola costruzione. Il resto delle altre strade della nostra zona sono per la maggior parte tutte dedicate ai Papi più importanti della storia della Capitale; come la vicinissima Via Gregorio VII, a due passi dalla nostra osteria.

Il nome Via del Gelsomino fu dato perché in questa via, allora una strada bianca di campagna, c’era l’osteria gestita da un fiorentino, che aveva posto come insegna del locale un fiore di gelsomino e non il famoso giglio di Firenze. Usanza degli abitanti del posto era di individuare il posto come la strada del gelsomino per la presenza dell’osteria. Da qui la scelta di chiamare la strada come più comunemente era conosciuta.

Non sappiamo se tra le più antiche osterie presenti ancora oggi sul territorio italiano “Osteria del Gelsomino” sia una delle più vecchie, di certo il fatto che ha dato il nome alla via in una Città antica come Roma la colloca sicuramente ai primi posti; è per questo che a dispetto di tante tendenze ed innovazioni imperterriti cerchiamo di mantenere vive le vere tradizione della nostra cucina romana.